(di Mirko De Frassine) – Il fascino della moderna macchina da scrivere! Parlare di scrittura e libri oggi è davvero difficile in un mondo digitale dove stanno scomparendo la carta stampata, l’odore dell’inchiostro e tante altre cose che hanno caratterizzate poeti e scrittori di tutti i tempi.
La storia della macchina da scrivere risale ai primi anni del 1800 e porta con se più di 200 anni di fascino. Si parla di Giuseppe Ravizza che a metà del 1800 diede alla vita la prima macchina, pensata addirittura per i non vedenti. Il noto avvocato novarese. Poi arrivò la volta della Lettera 22 che con il grande Olivetti si consacrò come la prima moderna macchina da scrivere.

Ma passiamo al progetto di crowdfunding lanciato in questi giorni che vede un ritorno al fascino della macchina da scrivere versione moderna stile QWERTY, quello stile a cui siamo troppo abituati e che manda in rovina tutti i nuovi stili. Qwerty deriva dalle prime sei lettere che compaiono sulla riga superiore. Il risultato è una tastiera moderna o una vecchia macchina non troppo veloce nei tempi di scrittura ma era fatto non per caso in quanto andando troppo veloce la cara buon vecchia macchina da scrivere si inceppava!

Torniamo a parlare del progetto The QWERKYWRITER una vera e propria macchina da scrivere moderna dove attaccare il tablet nel vano predisposto ed avere un prodotto futuristico dal fascino antico.

Costo dello strumento intorno ai 250 euro e spedizioni a partire da settembre 2014!